full screen background image

Zanetti: mislimo na Ligu prvaka – Zanetti: pensiamo alla Champions

Znaju to i zidovi u Appianu: Inter želi Ligu prvaka, jer nakon 3 scudetta je normalno očekivati kvalitativni skok i u Europi. Javier Zanetti je potvrdio tu tezu u dugačkom intervjuu za Sky, kojega integralno prenosi službena internet stranica Intera, koju mi prenosimo u glavnim crtama.
OBITELJ – Kapetan je čvrst čovjek, vezan za vrijednosti obitelji, one prave, ali i nogometne. “Srpanj je bio predivan mjesec, jer sam dobio drugo dijete. Predivno je to vidjeti i prisustvovati porodu. Nakon toga je došlo produljenje ugovora do 2011, jer Inter je moja obitelj i veselim se svemu tome. Želim tu zaključiti karijeru, nadam se da će tako i biti. Ne bih mogao odjenuti neki drugi dres a moja se obitelj tu osijeća kao kod kuće. Inter mi je otvorio vrata kada sam bio nepoznat, imao sam dvadeset godina a kao igrača trebalo me tek otkriti. Za mene je to bio veliki izazov, dok je klub pokazao uvijek veliko povjerenje u mene, pogotovo u teškim trenucima. Ekipa i klub su uvijek vjerovali u rad, a sada konačno počinjemo ubirati plodove takvoga razmišljanja. Ako mi tijelo omogući, mogao bih ograti do svoje četrdesete, kao Maldini, ali najbitnije je znati da si potreban ekipi”.
OPSESIJA – “Itekako mislimo na Ligu prvaka. Bila bi to prava nagrada za sve napore koje su klub i predsjednik uložili. Ponavljam: Moratti zaslužuje tako veliki uspjeh nakon svega što je učinio kako bi Inter postao tako jak klub. On bi bio najsretniji čovjek na svijetu kada bi mogao podignuti u zrak taj trofej”.
MOURINHO – “Mancini je osvojio puno toga s nama, ali sada je stigao Mourinho koji je jako sposoban i inteligentan trener. Što se ekipe tiče, njegove si ideje jasne, a mi radimo žestoko kako bi bili spremni za najvažnije susrete. Već se naziru plodovi njegova rada. Da li je Inter najjači? Mislim da su se i druge ekipe pojačale, ali mi ostajemo jaki i boriti ćemo se za sve moguće trofeje. Milan je kupio veliko pojačanje, Ronaldinha, koji je vrhunski igrač, jedan od onih igrača koji jednim potezom može riješiti utakmicu. Juventus je jako drska ekipa i želi se čim prije vratiti na vrh. Roma želi nastaviti zacrtanim putem. Fiorentina ima kompletnu ekipu i inteligentnog trenera koji će se svakako želiti nametnuti. Ali tu smo i mi, a naš je cilj ponovno osvojiti scudetto. Biti će jako lijepo i izjednačeno prvenstvo”.
SUPERKUP – “Međunarodne prijateljske utakmice (Bayern u utorak, Sevilla u petak te Ajax u subotu) poslužiti će kao priprema za Superkup i kako bi započeli prvenstvo kako treba. Biti će tri utakmice na visokoj razini, a to će nam omogućiti da dođemo do potrebne forme”. Nakon toga se Zanetti našalio oko svoje uloge u igri. Može li se desiti da se kapetan vrati u obrambeni red nakon tolikih ozlijeda? “Sada to i činim… Najbitniji su ciljevi kluba. Ako budemo složni, nikome neće biti lako s nama”. (Gazzetta dello Sport)


Italia

Lo sanno anche le mura di Appiano: l’Inter vuole la Champions, perché dopo 3 scudetti è d’obbligo fare un salto di qualità anche in Europa. Javier Zanetti lo ha ribadito in una lunga intervista a Sky, riportata in versione integrale dal sito internet dell’Inter, di cui proponiamo un estratto.
FAMIGLIA – Il capitano è un uomo solido, ancorato ai valori della famiglia, quella reale, e quella calcisitica. “Luglio è stato un mese straordinario. C’è stata la nascita del mio secondo bambino. Una cosa bellissima da vedere e alla quale assistere. Poi è arrivato questo prolungamento del contratto (fino al 2011, ndr), ormai l’Inter è la mia famiglia e sono molto contento di tutto questo. Desidero chiudere la carriera qui, mi auguro e spero possa essere così. Non mi vedo proprio a indossare un’altra maglia e la mia famiglia qui si trova come fosse a casa. L’Inter mi ha aperto le porte quando ero uno sconosciuto, sono arrivato a vent’anni ed ero un giocatore tutto da scoprire. Per me era una sfida e la società ha sempre avuto fiducia nei miei confronti, soprattutto nei momenti di difficoltà. La squadra e la società hanno sempre creduto nel lavoro e questa cosa finalmente sta pagando. E se il fisico lo permette si può continuare fino a 40 anni, come Maldini, l’importante è rendersi conto di essere utile per la squadra”.
OSSESSIONE – “Alla Champions ci pensiamo. Sarebbe il giusto premio per gli sforzi che il presidente e la società hanno fatto. Ripeto: Moratti merita un successo così importante dopo tutto quello che ha fatto per far diventare l’Inter una squadra forte. Lui sarebbe l’uomo più felice di tutti se alzassimo quel trofeo”.
MOURINHO – “Mancini ha vinto tantissimo con noi, adesso è arrivato Mourinho che è un tecnico molto capace e intelligente. Ha concetti chiari per la squadra, stiamo lavorando duramente per arrivare agli appuntamenti che contano nel migliore dei modi. La sua mano si sta già vedendo. L’Inter come squadra più forte? Credo che le altre si siano molto rinforzate, ma noi rimaniamo un organico molto competitivo che lotterà per tutti gli obiettivi che abbiamo a disposizione. Il Milan ha fatto un acquisto importante, Ronaldinho è un grande campione, uno di quei giocatori che possono risolvere una partita in ogni momento. La Juventus è una squadra molto tosta e vuole tornare ad alti livelli. La Roma vorrà continuare il lavoro che sta facendo da alcuni anni. La Fiorentina ha un organico completo e un tecnico intelligente e vorrà certamente dire la sua. Poi ci siamo noi che vogliamo difendere a tutti i costi lo scudetto. Sarà un campionato bello ed equilibrato”.
SUPERCOPPA – “Le amichevoli internazionali di questi giorni (Bayern martedì, Siviglia venerdì, Ajax sabato, ndr) contano per preparare bene la Supercoppa e arrivare al campionato nel migliore dei modi. Ci aspettano tre gare di altissimo livello, questo ci permetterà di arrivare alla giusta condizione e nel modo migliore”. Poi una battuta sul ruolo. Non è che con tutte le assenza che ci sono in difesa toccherà a Zanetti tornare a giocare dietro? “Per il momento sì… Ma la cosa più importante sono gli obiettivi della squadra. Se siamo uniti daremo filo da torcere a tutti”. (Gazzetta dello Sport)




5 thoughts on “Zanetti: mislimo na Ligu prvaka – Zanetti: pensiamo alla Champions

  1. fanatico

    Svi smo počeli sanjati LP sa novim trenerom. U pravu je il capitano kad kaže da je Moratti zaslužio da digne taj pokal, koliko je truda i novaca uložio u Inter. Nadamo se svi da ćemo doživjeti taj trenutak ako ne odmah u ovoj sezono onda na godinu.

  2. Ado525 Inter u srcu

    Slazem se sa tvojim textom Moratti je to stvarno zasluzio i zna li mozda ko gdje ce biti utakmica Bayern Inter na kojem kanalu,
    I hvala Interfan clubu za prosli put nisam se uspio zahvalit covjeku kad su bile utakmice tim trophy pozz,

Odgovori