full screen background image
Search
Tuesday 21 September 2021
  • :
  • :

Ronaldinho – ekonomska računica – Ronaldinho, il tornaconto economico

Ronaldinho, nekad numero uno, a sad igrač oko kojeg se lome koplja. Je li igrački potrošen, ili mu samo treba promjena sredine? Mišljenja su podijeljena. I dok neki misle da mu je slava udarila u glavu, drugi su sigurni da bi u drugoj sredini sve opet bilo kao prije.
Ja, recimo, držim da Ronaldinho nikako nije zaboravio igrati nogomet, ali se u zadnje vrijeme bavim nekim drugim računicama vezanim za Brazilca – onim ekonomskim.
Hajdemo, dakle, stvari malo baciti na papir.
Nike je naš sponzor i dobavljac opreme, jeli tako?
E, taj isti Nike za jednog od svojih manekena ima i Ronaldinha, te je korporativnim šefovima itekako u interesu da ovaj opet bude zvijezda u pravom smislu te rijeci. Isto tako u Nikeu su potpuno svijesni da za tako nešto čarobnjaku treba promjena sredine, jer su za njega u Barceloni kola već odavno krenula nizbrdo. I to nezaustavljivo…
Zato je jedna od mogućih opcija financijskog pokrivanja Brazilceva prijelaza u Inter (sve je izglednije da bi se prijelaz upravo tako realizirao) ona po kojoj bi Nike u potpunosti financirao otkup njegova ugovora od Katalonaca.
Istina je da je Ronaldinhova vrijednost sad neusporedivo manja nego prije sezonu – dvije, ali isto tako ostaje činjenica da će Barcelona pokušati inkasirati sto je moguće više eura od njegove prodaje. Ako postoji mogućnost i nečija volja da sve to plati umjesto nas, a čarobnjak na kraju završi u našemu dresu, pravo mu budi.
Napomenut ću samo da je Mourinho, kojeg se isto tako već neko vrijeme povezuje s našom klupom, ne jednom izjavio da smatra kako Ronaldinha može vratiti na pravi put i kako bi bio jako zadovoljan kad bi ga mogao imati na raspolaganju.
Kad već razgovaramo o financijskoj strani takvih poslova, ne znam sjeća li se netko cifre koju je Real Madrid platio Manchesteru za Beckhama. Bila je nevjerojatno visoka, a Španjolci su kasnije objavili da su već u prvih mjesec dana od prodaje dresova s njegovim imenom vratili pola uložene svote. U konačnici Real je na Beckhamu puno više zaradio nego što je uložio, a to je u današnjem svijetu (na žalost, ili na sreću) ipak najvažnije.
Dakle, pretpostavimo za trenutak da je transfer realiziran i da je otkup ugovora financirao Nike. Nama bi ostalo s Brazilcem dogovoriti onaj personalni dio, što bi, mislim, prošlo bez problema. A onda treba samo proizvesti oooogromnu količinu dresova na kojima će iznad nekog (nije važno kojeg) broja pisati “Ronaldinho”.
Ostalo je čista zarada.
U danasnje vrijeme je prilikom medijskog poimanja takvog igrača (koji je već iskovan u zvijezdu) od same kvalitete njegove igre puno važnije to što je sada tu gdje jest, a ne više gdje je do jučer bio. Drugim riječima, ako se transfer realizira sve će oči medijskog svijeta biti uprte u Inter, a to se može i treba financijski dobro iskoristiti.


Italia

Ronaldinho, una volta il numero uno, e adesso un giocatore per il quale si spezzano le lance. È un giocatore consumato oppure ha bisogno di cambiare aria? Le opinioni sono contrastanti. Mentre c’è qualcuno che sostiene che la fama gli abbia dato alla testa, altri sono dell’avviso che gli basterebbe cambiare squadra per ritornare quello di una volta.
Io, ad esempio, sostengo che Ronaldinho non abbia potuto diventare improvvisamente un brocco, però ultimamente cerco di fare altri calcoli legati al brasiliano, quelli economici.
Andiamo, quindi, a mettere le cose su carta.
La Nike è il nostro sponsor tecnico, è vero?
Questa stessa Nike ha come uno dei suoi testimonial proprio Ronaldinho, l’interesse dei capi corporativi della compagnia sarebbe certamente quello di veder nuovamente brillare la stella brasiliana. La Nike è consapevole, allo stesso tempo, che per ottenere ciò il mago ha bisogno di cambiare squadra, perché al Barcelona le cose non vanno bene da un po’ di tempo. Ed è un processo inarrestabile…
Per questo motivo, una delle opzioni finanziarie per il passaggio del brasiliano all’Inter (un’ipotesi sempre più vicina) è che la Nike finanzi completamente l’acquisizione del contratto dalla società catalana.
La verità è che il valore di Ronaldinho è decisamente inferiore a quello di un anno o due fa, ma sta di fatto che il Barcellona cercherà di incassare quanto più dalla sua vendita. Se esiste la possibilità che qualcuno paghi il tutto e il mago finisca in maglia nerazzurra, benvenuta questa opzione.
Va detto, in questo contesto, che Mourinho, il cui nome viene da qualche tempo collegato alla panchina nerazzurra, ha dichiarato in più frangenti di sapere il modo per far ritornare grande il brasiliano e che sarebbe felice di poterlo dimostrare.
Se andiamo a parlare della parte economica di questi affari, non so se qualcuno ricorda la cifra sborsata dal Real Madrid al Manchesteru per Beckham. Si trattava, comunque, di una cifra particolarmente elevata, ma gli spagnoli avevano poi dichiarato di aver recuperato la metà di tale cifra già nel primo mese di permanenza dell’inglese a Madrid, soltanto con la vendita delle magliette col suo nome. Alla fine, il Real ha guadagnato su Beckham molto più di quanto non abbia sborsato, e al giorno d’oggi (purtroppo, o per fortuna) è una cosa molto importante.
Quindi, ipotizziamo per un attimo che la Nike abbia finanziato il trasferimento di Ronaldinho. All’Inter resterebbe soltanto l’onere di concordare con il brasiliano la parte personale del contratto, e credo che qui non ci sarebbero problemi di sorta. A quel punto bisognerebbe soltanto produrre una eeeenormeeee quantità di magliette con il nome di Ronaldinho sopra il numero (non c’erntra quale numero).
Il resto sarebbe soltanto guadagno netto.
Al giorno d’oggi, nella concezione mediatica di un giocatore di questo calibro (già elevato a stella), più della qualità del suo gioco conta la squadra per la quale gioca e non quella per la quale ha giocato fino a ieri. In altre parole, se il trasferimento si realizza, tutti i riflettori dell’opinione pubblica saranno puntati sull’Inter, cosa che andrebbe sfruttata anche dal lato finanziario.




2 thoughts on “Ronaldinho – ekonomska računica – Ronaldinho, il tornaconto economico

  1. fanatico

    odlicno razmišljanje. U tom slucaju sam i ja za jer ne gubimo mnogo a dobijamo, pa makar sezonu dvije. Medijski cemo biti mnogo eksponiraniji i mnogo toga bi živnulo. Nova sredina bi probudila i igrača, pa makar na onoliko loliko sam spomenuo. Nama je to dosta a onda izmisliti nešto novo, zašto ne i takve poteze raditi.

Odgovori