full screen background image

Liga prvaka: komentari – Champions League: i commenti

Javier Zanetti: “Eh da, igrati ćemo i na Cipru. Ne poznajemo ih, ali ako su stigli do Lige prvaka, valjda znaju igrati i neće biti lako. Ne treba nikoga potcijeniti. Biti će ujednačena grupa. Mi, naravno, imamo sve papire u redu da prođemo sve ove prepreke. Werder Bremen? Igrali smo protiv njih prije nekoliko godina, imamo dobre uspomene i dobre rezultate a sada se nadamo da ćemo ih ponoviti. Moramo biti svijesni vlastite snage, te moramo igrati jednu utakmicu za drugom s ciljem da se plasiramo što prije u narednu fazu natjecanja. Ali ponavljam: potcijeniti protivnike nosi za sobom veliki rizik, bila bi velika pogreška. Mi znamo da ne smijemo pogriješiti jer su ružna iznenađenja, u nogometu, uvijek iza ugla”.

Josè Mourinho: “Ždrijeb je ždrijeb, i takav je kakav je. I nakon što smo saznali protivnike, ne možemo reći sa sigurnošću da li će nam ova prva faza biti laka ili teška. Naš prvi cilj je sada proći tu fazu a drugi je cilj zauzeti prvo mijesto u grupi B. Motivirani smo i puni vjere u sebe, jedva čekamo prvu utakmicu u Ligi prvaka, ali u subotu počinje prvenstvo i moramo se koncentrirati na Sampdoriu”.

Ernesto Paolillo: “Igramo prvu utakmicu u gostima, u Grčkoj. Treba proučiti ovo gostovanje, pripremiti ga do u detalja, jer je tamo na tribinama uzavrela atmosfera, pa neće sigurno biti lako gostovanje. Naravno, ako pogledamo sve grupe, možemo slobodno reći da je naša grupa dosta pristupačna, ali u Ligi prvaka treba biti uvijek oprezni, uvijek ima iznenađenja. U tako važnom i dugačkom natjecanju, koncentracija mora biti uvijek na visini, bez obzira na protivnika, ali u tom smislu nas ništa ne brine, jer je naša ekipa razvila tu osobinu u posljednjih nekoliko sezona, a u ovoj ljetnoj fazi Josè Mourinho je dokazao da posjeduje tu osobinu. Dovoljno je pomisliti na pobjedu u talijanskom Superkupu”.


Italia

Javier Zanetti: “Già, andremo anche a giocare a Cipro. Non li conosciamo, ma se sono arrivati in Champions League sanno giocare e non sarà semplice perchè non sono da sottovalutare. Sarà un girone equilibrato. Noi, sicuramente, abbiamo tutte le potenzialità per fare bene e passare questo turno. Il Werder Brema? L’abbiamo già affrontato qualche anno fa, abbiamo buoni ricordi per risultati positivi, che speriamo si possano ripetere. Dobbiamo essere consapevoli delle nostre forze, dobbiamo affrontare gara dopo gara cercando di qualificarci il prima possibile. Però ripeto: il rischio, e sarebbe l’errore più grosso, è quello di sottovalutare gli avversari. Noi sappiamo che non dobbiamo farlo perchè le brutte sorprese, nel calcio, sono sempre dietro l’angolo”.

Josè Mourinho: “Il sorteggio è il sorteggio, non c’è niente da fare. Anche dopo aver visto le squadre che dovremo affrontare, non sai mai se sarà una prima fase facile oppure difficile. Il nostro primo obiettivo è quello di passare il turno, il secondo è quello di provare a farlo come primi classificati nel girone B. Di certo siamo molto motivati e fiduciosi, vogliamo cominciare a giocare il più presto possibile la Champions League, ma sabato inizia il campionato e la concentrazione è tutta per la gara contro la Sampdoria”.

Ernesto Paolillo: “Giocheremo la prima in trasferta, in Grecia. Una trasferta da studiare, da preparare nei dettagli, perché l’ambiente è sempre caldo, quindi non certo una trasferta facile. Certo, osservando l’insieme dei gironi, possiamo anche dire che il nostro è accessibile, ma in Champions League bisogna sempre stare attenti, le sorprese non mancano mai. In una competizione così importante e lunga, la concentrazione deve essere sempre alta a prescindere dall’avversario che si va ad affrontare, ma in tal senso siamo tranquilli, perché la nostra squadra ha sviluppato proprio questa caratteristica nelle ultime stagioni e, anche in questa fase estiva con Josè Mourinho, ha dimostrato di averlo, basti pensare alla vittoria della Supercoppa italiana di domenica sera”.




Odgovori